Bed and Breakfast

B&B La Sosta

Santhià (Vercelli)

STRADA VECCHIA DI BIELLA 6

Trattasi di struttura situata in centro città lungo il percorso della via Francigena .
Disponiamo di una camera con servizi privati che si può adattare a uso singola, doppia e tripla a anche con altro posto letto aggiunto in base alle esigenze .
Garage per il ricovero delle biciclette

Tariffe e sconti

  • Costo camera doppia (o piazzola per i campeggi):
    alta stagione 50.00 €
    bassa stagione: 50.00 €
  • Ciclisti benvenuti anche per una sola notte

Servizi per ciclisti

  • Possibilità di pernottare una sola notte (l'obbligo non vale per il mese di Agosto)
  • Luogo chiuso e sicuro per le bici
  • Disponibilità di attrezzi per la manutenzione base delle bici
  • Colazione sostanziosa con alimenti adatti ai ciclisti

Altri servizi

  • La struttura dispone e fornisce informazioni cicloturistiche della zona (cartine, guide)
  • Trasporto bagagli alla tappa successiva su richiesta

Itinerari ciclistici in zona

Cliccare sul percorso per vederlo in evidenza sulla mappa
Nome Descrizione Link esterno
Nome Descrizione Link esterno
Alla scoperta dei Canale Depretis e Cavour Piacevole escursione ad anello che, percorrendo l'alzaia del Canale Depretis ci porta fino a Livorno Ferraris e da li, attraverso sentieri campestri, all'antico borgo di San Giacomo e da li al pittorsco villaggio di Lamporo le cui case molto curate si affacciano sul canale che attraversa tutto l'abitato. Consigliata la sosta per il pranzo al ristorante La Colombara. Rientro a Santhià percorrendo le alzaie del Canale Cavour fino ad arrivare nei pressi di Tronzano. Raggiunta Tronzano, rientro a Santhià attraversando la frazione di Bosa Farinera. https://it.wikiloc.com/percorsi-bicicletta-da-turismo/santhia-livorno-ferraris-lungo-il-canale-depretis-lamporo-tronzano-santhia-25635040
ALLA SCOPERTA DELLE GRANGE PARTE I Escursione ad anello che utilizzando le alzaie delle vie d'acqua ci porta alla scoperta delle Grange medioevali. Da Santhià, raggiungiamo Tronzana e da Crova percorriamo la prima parte del lunghissimo navilotto di Asigliano da cui poi ci stacchiamo per raggiungere le Grange di Darola e Lucedio. Da Lucedio sempre attraverso sentieri campestri, raggiungiamo la Grangia di Castelmerlino e subito dopo il villaggio di Leri ( purtroppo in stato di completo abbandono e rovina) - Pausa per uno spuntino al ristorante " Da Balin"- Riprendiamo l'escursione circoscrivendo la cascina della Colombara e, attraverso un lungo sentiero campestre, raggiungiamo l'alzaia del Canale Cavour che ci riporta verso casa passando per la frazione di Carpeneto e il paese di Tronzano . https://it.wikiloc.com/wikiloc/spatialArtifacts.do?event=setCurrentSpatialArtifact&id=24628910
Uscita per pranzo Circuito ad anello. Da Santhià, percorrendo quasi sempre l’alzaia destra del canale Depretis, raggiungiamo Livorno Ferraris, ridente e ben curato centro della piana vercellese . Da Livorno, percorrendo uno degli itinerari della “ Lolla” si attraversa la frazione agricola di San Giacomo, e da li si raggiunge il ridente e pittoresco borgo di Lamporo, caratterizzato dalla sua particolare conformazione urbanistica che si sviluppa lungo le due sponde del navilotto omonimo. Seguendo il navilotto raggiungiamo la frazione “ La Colombara” dove ci aspetta un succulento pranzetto “ alla piemontese” nel ristorante omonimo. Rientro lungo strade campestri fino a raggiungere il paese di Bianzè e da li attraversando la frazione agricola di Carpeneto , oggi in totale stato di abbandono e degrado, si arriva a Tronzano per poi rientrare a Santhià . https://it.wikiloc.com/percorsi-bicicletta-da-turismo/uscita-per-pranzo-escursion-for-lunch-santhia-livorno-ferraris-lamporo-la-colombara-santhia-33750843
Santhià - Saluggia - canale sussidiario Farini Circuito ad anello che partendo da Santhià percorre all'andata l'ampia e sicura alzaia del canale Depretis per poi staccarsi e dopo aver toccato la graziosa frazione di Sant'Antonino di Saluggia arriva alla presa del canale Farini sul fiume Dora Baltea nei pressi di Saluggia. Percorrendo tutta l'alzaia destra del Farini si raggiunge l'alzaia sinistra del Canale Cavour che ci riporta a Santhià passando attraverso il piccolo centro agricolo di Carpeneto un tempo rigoglioso e popolato borgo ora completamente abbandonato ed in totale stato di degrado . Da consigliare una breve visita al centro si Saluggia località nota per la coltivazione dei fagioli borlotti con cui si cucina il piatto tipico del vercellese: la panissa. Il paese si presenta come un curato e ben costruito centro storico con belle case dei primi del novecento oltre alle tipiche abitazioni dei nostri centri abitati della pianura con ampi cortili interni e balconi a ballatoio Attenzione: lungo i canali si percorrono strade di servizio su sommità arginale non protette pertanto occorre prestare molta attenzione. https://it.wikiloc.com/percorsi-bicicletta-da-turismo/santhia-saluggia-canale-sussidiario-farini-e-ritorno-lungo-le-vie-dacqua-33255061
alla scoperta del Naviglio di Ivrea Variante 1 tinerario ad anello TRENO + BICI Partendo in treno dalla stazione di Santhià si raggiunge Ivrea . Seguendo il lungo Dora si arriva alla presa del Naviglio di Ivrea che nasce dalle acque della Dora Baltea . Si percorre quasi sempre l'alzaia destra del corso d'acqua fino al bivio con Moncrivello. Una breve salita ci porta al borgo di Moncrivello da dove scendiamo per raggiungere Cigliano. Da Cigliano proseguendo sulla provinciale che porta a Tronzano ( SP 11) si incrocia nuovamente il naviglio che riprendiamo questa volta percorrendo l'argine sinistro fino a ritornare a Santhià. Itinerario ricco di paesaggi immersi nel verde e borghi tranquilli e pittoreschi. Nei pressi di Santhià si oltrepassa il nodo idraulico della restituzione dove il Naviglio di Ivrea si arricchische delle acque del Canale Depretis per avere la giusta quantità d'acqua da portare alle risaie del vercellese. Costeggiando sempre l'alzaia destra del naviglio giungiamo a Santhià fiancheggiado sulla sinistra il prezioso complesso della Stazione Idrometrica . Attenzione: lungo i canali si percorrono strade di servizio su sommità arginale non protette pertanto occorre prestare molta attenzione. https://it.wikiloc.com/percorsi-bicicletta-da-turismo/il-naviglio-di-ivrea-dalla-nascita-fino-a-santhia-via-moncrivello-itinerario-1-20484602
alla scoperta del Naviglio di Ivrea Variante 2 tinerario ad anello TRENO + BICI Partendo in treno dalla stazione di Santhià si raggiunge Ivrea . Seguendo il lungo Dora si arriva alla presa del Naviglio di Ivrea che proprio in città nasce dalle acque della Dora Baltea . Si percorre quasi sempre l'alzaia destra del corso d'acqua. All’altezza di Villareggia/Mazze, il Naviglio scorre parallelo e vicinissimo alla Dora Baltea. Proprio a questa altezza sulla destra si puo ammirare in tutta la sua imponenza la diga sulla Dora con l'elevatore di Villareggia. Si prosegue fino quasi a lambire le acque del Depretis che nasce proprio a quest’altezza dalle acque della Dora Baltea e scorre vicinissimo al Naviglio di Ivrea Un poco più avanti merita una sosta l’impianto dell’elevatore di Cigliano . Ci spostiamo per un breve tratto sull’alzaia del canale Depretis per poi raggiungere, percorrendo una breve salita lungo la SP 11 la frazione Rocca dalla quale riprendiamo l’alzaia sinistra del naviglio per poi riportarci sulla destra. A sud di Cigliano, dopo aver attraversato la SP 11 ci spostiamo sull’alzaia sinistra che percorriamo fino al nodo della Restituzione . Da li lungo lungo l’alzaia destra arriviamo a Santhià. Il percorso scorre quasi sempre parallelamente all'alzaia e si presenta ampio e poco accidentato. Sconsigliato il percorso in autunni inoltrato e in inverno a causa dell'umidità che potrebbe rendere scivoloso e sconnesso. ATTENZIONE: lungo i canali si percorrono strade di servizio su sommità arginale non protette pertanto occorre prestare molta attenzione. https://it.wikiloc.com/percorsi-bicicletta-da-turismo/il-naviglio-di-ivrea-dalla-nascita-fino-a-santhia-via-fraz-la-rocca-villareggia-itinerario-2-20948148
Alla Scoperta delle Grange scursione ad anello che utilizzando le alzaie delle vie d'acqua ci porta alla scoperta delle Grange medioevali. Da Santhià, raggiungiamo il borgo di Crova da cui iniziamo a percorrere la prima parte del lunghissimo navilotto di Asigliano da cui poi ci stacchiamo per raggiungere le Grange di Darola e Lucedio. Da Lucedio sempre attraverso sentieri campestri, raggiungiamo la Grangia di Castelmerlino e subito dopo il villaggio di Leri ( purtroppo in stato di completo abbandono e rovina) - Pausa per uno spuntino al ristorante " La Colombara"- Riprendiamo l'escursione raggiungendo, percorrendo sentieri campesti, l'alzaia del Canale Cavour che ci riporta verso casa passando per la frazione di Carpeneto e il paese di Tronzano . ATTENZIONE: lungo i canali si percorrono strade di servizio su sommità arginale non protette pertanto occorre prestare molta attenzione https://it.wikiloc.com/percorsi-bicicletta-da-turismo/alla-scoperta-delle-grange-tra-risaie-canali-e-canaletti-discovering-the-granges-among-paddy-fields-34952466
Il Naviglio di Ivrea dalle origini a Santhià Si suggerisce l’utilizzo di e-bike / e-bike use recommended Itinerario ad anello TRENO + BICI Partendo in treno dalla stazione di Santhià si raggiunge Ivrea . Seguendo il lungo Dora si arriva alla presa del Naviglio di Ivrea che proprio in città nasce dalle acque della Dora Baltea . Si percorre quasi sempre l'alzaia destra del corso d'acqua. All’altezza di Villareggia/Mazze, il Naviglio scorre parallelo e vicinissimo alla Dora Baltea. Proprio a questa altezza sulla destra si puo ammirare in tutta la sua imponenza la diga sulla Dora con l'elevatore di Villareggia. Si abbandona l'alzaia del Naviglio di Ivrea per scendere e giungere la presa del Canale Deprestis che in questo tratto scorre parallelo al Naviglio di Ivrea un poco più al di sotto. A questa altezza ben 3 corsi d'acqua scorrono sfiorandosi : La Dora Baltea, il Naviglio di Ivrea e il Canale Depretis. Un poco più avanti merita una sosta l’impianto dell’elevatore di Cigliano . Percorriamo per un breve tratto la larga alzaia del del canale Depretis per poi raggiungere, percorrendo una breve salita lungo la SP 11 la frazione Rocca dalla quale riprendiamo l’alzaia sinistra del naviglio di Ivrea per poi riportarci sulla destra. A sud di Cigliano, dopo aver attraversato la SP 11 ci spostiamo sull’alzaia sinistra che percorriamo fino a superare l'ultimo cavalcavia e poi, attraverso una breve strada campestre raggiungiamo l’ alzaia del Canale Depretis che perorriamo per pochi metri per poi rimetterci sull'alzaia del naviglio di Ivrea che ci riporta a Santhià . Il percorso scorre quasi sempre parallelamente all'alzaia e si presenta ampio e poco accidentato. Sconsigliato il percorso in autunno inoltrato e in inverno a causa dell'umidità che potrebbe rendere scivoloso e sconnesso il terreno. ATTENZIONE: lungo i canali si percorrono strade di servizio su sommità arginale non protette pertanto occorre prestare molta attenzione. https://it.wikiloc.com/percorsi-bicicletta-da-turismo/il-naviglio-di-ivrea-dalle-origini-a-santhia-studio-di-progetto-ciclovia-34860732

Condividi

FIAB

FIAB - Federazione Italiana Ambiente e Bicicletta ONLUS
Via Caviglia, 3/A - 20139 Milano - c.f. / p.iva 11543050154