Questo sito utilizza i cookies per il funzionamento. Cliccando su Ok ne consenti l'utilizzo

Perché offrire più servizi ai cicloturisti?

I "ciclo-viaggiatori " costituiscono una categoria di clienti in aumento per le imprese di ristorazione e alberghiere. Nella maggior parte dei casi non sono necessari grandi investimenti per  conquistarli. I bisogni dei cicloturisti dipendono molto dal tipo di tour che stanno facendo. I risultati di ricerche a riguardo dimostrano che le ragioni principali per effettuare questo tipo di vacanza sono: il piacere della natura, fare sport ed esercizio fisico, la cultura, e non da ultimo il desiderio di un periodo di ferie lontano dalle automobili. Voler effettuare una vacanza economica non è di solito rilevante nella scelta, infatti chi ha passato un giorno intero su un sellino, vuole di solito trattarsi bene la sera con un buon pasto e un confortevole pernottamento.

Chi sono i cicloturisti?

I cicloturisti non formano un gruppo omogeneo. I giovani costituiscono una fascia minoritaria, mentre c'è una quota notevole di bambini accompagnati da adulti. La grande maggioranza dei cicloturisti sono però inclusi nella fascia di età tra i 25 e 49 anni. L'immagine del cicloturismo come le "vacanze dei poveri" è da tempo sorpassata, dato che la maggior parte di questi vacanzieri si trova ora nella nuova "middle class", e comprendono per esempio i manager e i cosiddetti "colletti bianchi", insegnanti e dipendenti della pubblica amministrazione. La maggior parte viaggia in coppia, ma ci sono anche famiglie e talvolta gruppi con più di 4 persone.

Cosa richiedono?

I ciclisti usano ogni tipologia di pernottamento notturno, dal campeggio all'albergo a 5 stelle. Avere la televisione in stanza è ininfluente, ma la comodità di avere doccia e bagno in camera è davvero apprezzata. La sera i ciclisti sono in genere stanchi e affamati, perciò in genere preferiscono strutture con la possibilità di ristorazione sotto lo stesso tetto.

Sviluppo della piccola economia locale

I bar, i negozi di alimentari e i ristoranti che si trovano lungo i percorsi ciclabili, generalmente fanno buoni affari con il notevole bisogno di approvvigionamento dei ciclisti. Dato che ci si può portare sulla bici solo un bagaglio ridotto, i ciclisti non possono vivere per settimane con il contenuto dei bagagliai, come chi viaggia su un mezzo a motore, ma hanno bisogno di comprare derrate fresche ogni giorno. Inoltre la predilezione dei ciclisti per le frequenti soste, spesso li incoraggia ad interrompere il cammino giornaliero e cercare sul posto una stanza per la notte.

Tutto questo è stato oramai capito dal migliaio circa di strutture che si sono registrate su Albergabici e che mettono a disposizione sempre più servizi di qualità ai cicloturisti.

(scarica il documento ECF sui requisiti minimi di una struttura ideale per i cicloturisti in formato word di 40 kb)